Progetto Operatori Cellulari in Montagna: avanzamento lavori e avvio nuova fase in Emilia-Romagna

di Martina Tortelli

Superata la metà del 2022 si tirano le somme sul primo semestre del progetto “Copertura telefonia cellulare montagna” per l’Emilia-Romagna.

A farlo è Lepida che spiega, come dei 27 tralicci previsti attualmente dal progetto, risultano completati e attivati 16 siti nei seguenti Comuni: Vernasca, Piozzano, Farini, Bettola e Morfasso (PC), Tornolo (PR), Viano (RE), Fiumalbo, Frassinoro, Sestola (MO), Castel d’Aiano, Lizzano in Belvedere e Castiglione dei Pepoli (BO), Tredozio, Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC) e Riolo Terme (RA).

Il sito di Fanano (MO) è in fase di attivazione da parte dell’Operatore Cellulare mentre i siti di Monte San Pietro, Casalfiumanese, Fontanelice e Gaggio Montano (BO), Sogliano al Rubicone e Civitella di Romagna (FC) e Pennabilli (RN) sono in fase di avvio lavori.

Infine, sono in fase di richiesta/rilascio permessi i siti previsti nei Comuni di Pievepelago (MO), Coli (PC) e Neviano degli Arduini (PR) mentre è stato stralciato il sito di Travo (PC) a seguito della lettera dell’Amministrazione che informa dell’incontro con la popolazione e della conseguente rinuncia all’installazione di nuovi tralicci sul territorio comunale.

Lo stato di avanzamento lavori dei siti è visibile sul sito Cellulari Montagna.

Grazie allo stanziamento di Regione Emilia-Romagna di circa ulteriori 2 milioni di euro per il progetto sul 2022-2024, è stata avviata la nuova fase che vedrà la realizzazione di tralicci in 19 Comuni montani con impegno di almeno un Operatore Cellulare ad attivare i propri impianti. Da qualche giorno sono iniziati gli incontri con i singoli Comuni al fine di individuare i possibili terreni da utilizzare per la realizzazione dei nuovi impianti.

Gli operatori

Sul fronte degli operatori TIM ha firmato impegni su tutti i siti del progetto, Vodafone su 5 e WindTre su 1 sito.

Source: lepida.netFoto di Lara Badioli da Pixabay