Tre big per la quotazione e lo scambio degli asset digitali sul mercato svizzero

di Tommy Denet

La tokenizzazione degli asset, la prossima grande fase nella digitalizzazione degli asset, ha il potenziale di trasformare completamente i mercati finanziari globali. Per sfruttare appieno il suo potenziale, l’emergente economia tokenizzata necessita di un ecosistema globale, affidabile e conforme ai regolamenti. Questo ecosistema integrato per asset digitali, sviluppato da partner forti e di grande esperienza, consentirà agli investitori di accedere a queste nuove categorie di strumenti finanziari e rispondere al meglio alle future esigenze dei clienti. Gli elementi principali di questa soluzione comprenderanno l’emissione, la custodia, l’accesso a liquidità e servizi bancari per mezzo della tecnologia basata sui registri distribuiti (DLT) in un ambiente regolamentato. I partner strategici svilupperanno e potenzieranno congiuntamente questi elementi costitutivi dell’ecosistema di asset digitali in linea con i requisiti degli attori del mercato.

La partnership strategica include un investimento da parte di Deutsche Börse nella Custodigit SA, una joint venture creata nel 2018 da Swisscom e Sygnum.
Custodigit SA offre una soluzione tecnica per la custodia di beni digitali per le istituzioni che forniscono servizi finanziari regolamentati. La piattaforma integrata consente alle banche clienti di gestire l’intero ciclo vitale dei loro asset digitali. Deutsche Börse, che figura fra gli azionisti principali della Custodigit SA, ne sosterrà attivamente il percorso di crescita e l’offerta di servizi.

Inoltre, Deutsche Börse e Sygnum diventeranno azionisti di daura AG, società che ha sviluppato una piattaforma che si serve delle tecnologie basate sui registri distribuiti per emettere, trasferire e registrare in modo sicuro i titoli delle PMI svizzere, consentendo così a imprese non quotate in borsa di accedere ai mercati di capitali. In qualità di investitori, Deutsche Börse e Sygnum saranno coinvolte attivamente nello sviluppo futuro delle due società suddette.

Infine, Deutsche Börse e Sygnum stanno mettendo a punto la costituzione di un’altra componente fondamentale alla creazione dell’ecosistema: un luogo di quotazione e scambio degli asset digitali sul mercato svizzero. L’accesso alla liquidità attraverso una piazza di scambio aperta e normata è considerato un fattore cruciale per realizzare un ecosistema scalabile di asset digitali.

Una volta ottenuta l’autorizzazione svizzera per banche e commercianti di valori mobiliari dall’Autorità di vigilanza svizzera FINMA, Sygnum potrà offrire una gamma completa di servizi bancari quali custodia, depositi, credito e prestito, emissione di capitale tramite tokenizzazione, intermediazione e gestione degli asset nel quadro dell’ecosistema dei beni digitali. L’ecosistema realizzato dai partner si basa sull’infrastruttura decentralizzata sviluppata e gestita da Swisscom, assicurando conformità ai requisiti di sicurezza delle istituzioni finanziarie e scalabilità.

Si prevede che i primi prodotti e servizi offerti dal nuovo ecosistema per asset digitali saranno lanciati nel corso del 2019.

La transazione è soggetta all’autorizzazione di controllo delle concentrazioni.

Photo MaxPixel

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3