Swisscom Family

“Rivoluzione” in Svizzera: Swisscom e Salt avviano una partnership per la fibra ottica

di Andrea Trapani

Da oltre 10 anni Swisscom realizza le più moderne reti a fibra ottica «Fiber to the Home» (FTTH),  collaborando in molti casi con le imprese di approvvigionamento elettrico nell’ambito di rapporti di  cooperazione per la fibra ottica nel rispetto del principio delle reti aperte. Ora Swisscom prosegue  con successo questo tipo di collaborazione andando ad avviare una partnership per la fibra ottica  con Salt. Questa iniziativa consentirà di canalizzare gli investimenti, sfruttare le capacità di reti  esistenti in maniera ottimale e ampliare ulteriormente la gamma delle offerte. 

Swisscom modernizza costantemente la propria rete attingendo alle tecnologie più recenti,  puntando ad offrire servizi digitali della migliore qualità e consentendo in questo modo alla Svizzera  di preservare il proprio vantaggio. Swisscom ha avviato i primi progetti FTTH nelle città svizzere nel  2008 e da allora ha investito in totale circa 4,4 miliardi di franchi svizzeri in diverse tecnologie a fibra  ottica. Con l’attuale strategia della rete di Swisscom, la copertura FTTH sarà estesa a circa il 60%  entro la fine del 2025.

Partnership per la fibra ottica con Salt: si confermano i modelli di collaborazione


Con una partnership per la fibra ottica a lungo termine in linea con la strategia di rete 2025 di  Swisscom, Salt e Swisscom confermano il successo del proprio modello di collaborazione tra i  principali protagonisti del settore secondo il principio delle reti aperte. Questa collaborazione  rappresenta un importante contributo affinché la Svizzera possa disporre delle più moderne  tecnologie di rete. In questo modo saranno canalizzati gli investimenti e sarà possibile contare su  uno sfruttamento ottimale delle capacità di rete. Società ed economia potranno trarre vantaggio da  una maggiore innovazione e da un’offerta più ampia.

Il partenariato in dettaglio 

La partnership per la fibra ottica si fonda su un rapporto commerciale preesistente tra le due  aziende: da molti anni, infatti, Salt offre ai propri clienti privati un accesso fisico di livello 1 alle fibre  ottiche di Swisscom nell’architettura Point-to-Point. Con questa partnership per la fibra ottica, Salt  investe in un diritto di utilizzo a lungo termine dei collegamenti per fibra ottica di Swisscom,  partecipando in questo modo agli elevati investimenti nelle rete e ai rispettivi rischi commerciali che ne conseguono. Così facendo, l’azienda dispone di un proprio accesso fisico di livello 1 anche nelle  reti in fibra ottica FTTH di Swisscom nell’architettura Point-to-Multipoint, realizzata da Swisscom  dal 2020 e destinata a essere ulteriormente ampliata fino al 2025. Questo accesso consentirà a Salt  di offrire e gestire i propri servizi. Swisscom continuerà ad assumersi la totale responsabilità per la  pianificazione delle reti, il loro potenziamento e la manutenzione, rimanendo proprietaria  dell’infrastruttura.

Reti aperte e accesso alla concorrenza 

Swisscom e Salt potranno collaborare in qualsiasi momento con altri partner. La partnership per la  fibra ottica non attribuisce l’esclusività alle parti. Inoltre, Swisscom intende offrire a ciascun  concorrente un accesso non discriminatorio alla rete a condizioni interessanti, sfruttando le migliori  tecnologie e servizi disponibili. Questo significa che anche agli operatori che non dispongono di una  propria rete viene data sempre la possibilità di accedere alla larghezza di banda massima  disponibile. Swisscom rimane aperta a qualsiasi ulteriore progetto di collaborazione, sia come  partnership per la fibra ottica, come nel caso di Salt Fiber, sia per altre collaborazioni FTTH a livello locale  o altre forme di accesso alla rete (Wholesale).

Christoph Aeschlimann, CTIO di Swisscom, esprime il proprio apprezzamento per questo obiettivo  raggiunto: «La partnership per la fibra ottica con Salt si fonda su un percorso già consolidato, che  Swisscom ha intrapreso da oltre dieci anni con collaborazioni e partnership. È la dimostrazione che,  indipendentemente dalla tecnologia, attraverso i concorrenti è possibile trovare le soluzioni giuste  per uno sfruttamento ottimale della rete Swisscom. In ultima analisi, la canalizzazione degli  investimenti andrà a vantaggio di tutta la Svizzera e si rifletterà in una copertura a banda larga di  massimo livello in ambito internazionale.»

Cooperazione di successo nell’espansione della fibra ottica fin dall’inizio 

Nel 2009 Swisscom ha avviato le prime collaborazioni con le imprese di approvvigionamento  elettrico, raggiungendo il milione di collegamenti FTTH nel 2015. Nello stesso anno ha anche avviato  il potenziamento delle innovative tecnologie FTTS «Fiber to the Street» in tutti i comuni svizzeri,  destinato a protrarsi fino alla fine 2021 e con il quale Swisscom ha voluto porre le basi per un futuro  potenziamento dei servizi FTTH.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3